Marketing

Se ti accorgi in tempo di questo “segnale d’allarme”, potrai fidelizzare quei clienti a vita

fidelizzare palestra

Anche nel tuo centro fitness sono presenti i NON frequentanti? Se ti accorgi in tempo di questo “segnale d’allarme”, potrai fidelizzare quei clienti a vita

Come mai alcune persone di punto in bianco decidono di abbandonare la palestra?

Beh, se sei un imprenditore del fitness ti sarà capitato più e più volte di assistere una scena del genere.

Non è di certo una piacevole sensazione vedere qualcuno andare via. Così. Senza un apparente motivo.

Ti chiedi come possa essere successo. E la risposta difficilmente esce fuori.

Ma non devi più preoccuparti per questo. Sai perché?

Perché è vero, il motivo per cui una persona decide di abbandonare una palestra può assumere diverse sfaccettature.

Ma tra tutte queste, c’è un segnale d’allarme che ti sta comunicando: “pericolo! Pericolo! Questa persona sta per abbandonare il tuo club. Che cosa vuoi fare? Vuoi tentare di salvare il tuo rapporto?”

E solo alcuni imprenditori riescono a captare questo messaggio silenzioso tra i diversi clienti.

Se anche tu te ne accorgi in tempo, aumenterai le probabilità che quel cliente non abbandoni il tuo club… e si fidelizzi a te per molto, molto tempo.

A breve vedremo come si fa tutto questo.

Prima però è giusto che tu sappia…

Che cos’è questo segnale d’allarme che i clienti ti mandano prima di abbandonare?

Più che un segnale d’allarme, mi piace definirlo come un “luogo comune”.

E la cosa buffa, è che qui l’imprenditore spende tutte le sue energie per poter guadagnare qualche spicciolo in più.

Ma la verità è che così facendo si stanno lasciando un bel po’ di soldi sul piatto.

Perché quando una persona si iscrive nel tuo club, e poi non si presenta più, anche se lui ha già pagato per un servizio che non sta usando, tu in realtà non stai guadagnando, ma sei già in perdita.

Ed è proprio questo il luogo comune di cui ti parlavo poco fa.

Ora posso già sentire la tua voce che mi dice: “ma come faccio a stare in perdita se quel cliente mi ha già pagato, anche se non si presenta più in palestra?”

Il motivo è presto detto.

Prova a prendere il tuo database, e prova a contare quante persone ti hanno abbandonato nell’arco degli anni.

Fatto? 

Beh, sicuramente ti sarai accorto che il numero di persone che hanno abbandonato il tuo club è molto alto.

E come lo chiami tu questo fenomeno, se non perdita di soldi?

Spesso ci si focalizza solo sull’acquisire nuovi clienti – il che non è del tutto sbagliato.

Ma a volte basterebbe prestare più attenzione ai nostri già clienti per evitare di far diventare l’acquisizione clienti un bisogno, anziché un modo di lavorare intelligente.

Secchio bucato

Ovvero fare in modo di riempire d’acqua il tuo secchio senza rischiare di perdere delle gocce durante il tragitto a causa dei buchi sottostanti al secchio.

Se tu prendi quei buchi e li tappi, non avrai più l’esigenza di acquisire nuovi clienti, e non avrai nemmeno l’ansia di rimanerne senza.

Ma avrai un flusso costante di già clienti che entrano nel tuo club, e ogni persona che si aggiunge (grazie all’acquisizione clienti), si aggiunge ai tuoi già clienti senza sostituire quelli vecchi. Capisci cosa intendo dire qui?

Secchio bucato richfit

Che ti basta tenere costantemente sotto controllo un solo segnale d’allarme per evitare di perdere gocce d’acqua durante il tragitto.

E se ancora non ho reso l’idea, per segnale d’allarme mi riferisco alla…

Frequenza dei tuoi clienti

Come imprenditori del fitness, è proprio qui che dobbiamo porre tutte le nostre energie, e la nostra attenzione.

Perché è un segnale d’allarme che ci dice che qualcosa non sta andando per il verso giusto…

… e che dovremmo fare di tutto per ribaltare la situazione.

Questo perché è ciò che decide le sorti della nostra cassa.

Frequenza alta= più soldi nel lungo periodo.

Frequenza bassa= perdita di soldi improvvisa.

Pensaci…

Se tutti quei clienti che hai scovato dal tuo database fossero ancora con te, quanti soldi in più avresti fatto sino ad ora, e quanti ne continueresti a fare?

Vedi, questo è quello che fa la vera differenza.

Ed ecco perché devi concentrarti su questo frangente.

Perché la regola generale è questa: se un cliente non frequenta, difficilmente rinnoverà il suo abbonamento…

Difficilmente spenderà altri soldi nel tuo club…

E difficilmente manderà altre persone, così da generare l’effetto referral.

Quindi da questo si può dedurre che: investire nella frequenza dei tuoi clienti, si può rivelare un effetto leva fuori dal comune.

E questo è anche uno dei pilastri fondamentali su cui si basa Sistema Richfit.

Perché investire nella frequenza del tuo cliente, può essere un ottimo modo per fidelizzarlo.

E come ti dicevo prima, se fidelizzi più persone, potrai fare a meno di ripetute campagne per acquisire nuovi clienti.

So che questo aspetto può risultare molto difficile di primo acchito.

Ma nel nuovo libro che abbiamo pubblicato non molto tempo fa, entriamo dei dettagli di queste strategie troppo importanti per essere trascurate.

Ecco perché se la cosa ti può interessare ti consiglio di prendere una delle copie disponibili di Sistema Richfit andando su questa pagina.

Ora, prima che si verifichi questo segnale d’allarme, ce n’è un altro da cui stare attenti.

E mi riferisco alle…

Scuse che i clienti si trovano quando saltano gli allenamenti

Vedi, quando qualcuno ti sta dicendo…

  • “oggi non mi andava proprio di allenarmi”
  • “Non ho molto tempo da dedicare all’allenamento”
  • “Oggi sono un po’ giù”
  • E così via…

Praticamente ti sta comunicando, indirettamente, che manca poco affinché lui decida di interrompere il suo allenamento con te.

E quando lo farà, sarà molto difficile farlo tornare da te.

Quindi…

Come puoi evitare che ciò avvenga?

Ricorda: quando una persona viene da te, non vuole acquistare un abbonamento, ma vuole acquistare dei risultati.

E questi possono essere…

  • la perdita di peso;
  • Massa muscolare;
  • Un gluteo d’acciaio;
  • Più energia;
  • Ecc… ecc…

Già il solo fatto di porsi degli obiettivi, aumenta drasticamente la possibilità che quel cliente aumenti la frequenza nel tuo club.

Mentre, se questo non avviene, si verificherà l’effetto contrario.

E questo senza dubbio andrà a incidere su un numero molto fondamentale: il LTV (Life Time Value). Ovvero quanto vale un cliente per la tua palestra.

Il concetto è molto semplice: se quella persona non frequente più, il suo LTV si bloccherà all’istante e varrà uno zero netto.

Quindi, da oggi in poi, la tua missione deve diventare quella di: mettere nelle condizioni di far allenare i tuoi clienti per mandare avanti la tua palestra, anche nei tempi incerti, proprio come quello che stiamo vivendo.

E riguardo a questo ci sono diverse strategie che puoi adottare e che molte delle quali le vedremo durante Richfit Live.

Ma qui desidero comunque darti alcuni consigli fondamentali che potranno aiutarti sin da subito.

Quindi continuiamo e vediamo…

Chi è un non frequentante? E come contrastare questo fenomeno?

La risposta è: dipende!

Dipende da caso a caso perché ogni persona è differente.

Ma in linea generale, se una persona che ad esempio frequenta 3 volte a settimana la tua palestra ad un tratto si assenta per quindici giorni o più, allora potrai iniziare a definirlo un non frequentante.

E io, fossi al posto tuo, lo interpreterei come un chiaro segnale d’allarme.

Questo discorso però assume un significato diverso se ad esempio una persona che viene nel tuo club una volta a settimana, e si assenta per un allentamento, allora non c’è bisogno di preoccuparsi inutilmente.

Può essere che quella settimana è stata molto impegnativa per quella persona, e per forze di cose non è riuscita a venire nel tuo club.

Se salta un secondo allenamento, allora anche qui bisogna intervenire.

Quindi, qualsiasi cliente che manca da un po’ di tempo dalla tua palestra ti sta mandando un chiaro segnale d’allarme.

Qui bisognerà ricorre ai ripari. Come?

Empatia

Mettendosi subito a lavoro entrando in empatia con quel cliente (anche se lo avresti dovuto aver già fatto) e cercare di capire quale problema, difficoltà o fastidio sta riscontrando in quel preciso momento.

Ovviamente non dovrai chiederlo esplicitamente.

Ma se ti interessi sinceramente a lui (anche in una banale conversazione “spontanea”), vedrai che sarà lui stesso a rivelartelo. Così tu potrai contribuire a fornirgli una soluzione, lui si sentirà compreso, e il vostro rapporto continuerà a lungo.

E questa è solo una delle tante strategie che puoi adottare per evitare di ritrovarti a fare i conti con dei non frequentanti, e creare invece un esercito di clienti fidelizzati, pronti a sostenerti lungo il tuo cammino imprenditoriale.

Se queste strategie ti piacciono e vorresti saperne di più, ti lascio il link al nostro nuovo libro Sistema Richfit, dove, in oltre 300 pagine, sono racchiuse numerose perle di saggezza riguardo a tutto lo scompartimento che riguarda il settore del fitness: fidelizzazione, attrazione clienti, gestione, vendita e molto atro ancora.

Comunque…

Per ora ti basta sapere che se tu fai percepire al tuo cliente che lo segui, ci tieni a lui, vuoi vedere raggiunti i suoi obiettivi, ecc.. ecc… allora lui non potrà fare a meno di te, inteso come persona, e ovviamente del tuo club. 

E sai perché succede questo?

Beh, se ci segui da un po’ ormai dovresti saperlo.

Ma se così non fosse, sappi che le persone non si fidelizzano a te per il prodotto o servizio che vendi.

Perché questi possono essere facilmente copiabili, e il tuo lato differenziante potrebbe non emergere mai, in quanto la competizione possiede le armi per copiarti dall’oggi al domani.

I tuoi clienti si fidelizzano a te in base all’esperienza che tu sei in grado di offrirgli.

Infatti, come recita uno dei maestri più acclamati in assoluto nel settore marketing…

“Puoi tenerti i clienti vicini per un paio di anni, con il valore delle informazioni che gli dai. Ma quello che li terrà a vita è il loro interesse personale nei tuoi confronti” – Dan Kennedy

In altre parole…

Non è cosa gli dai.

Ma è come lo dai.

Quindi, i clienti che ricevono tale servizio, potrebbero restare più a lungo con te se solo li fai invaghire della tua persona.

E quale modo migliore per farlo se non tramite la tua mission e la tua vision aziendale?

Lo so, lo so.

Oggi tutti ne parlano.

Ma ciò che ho potuto constatare, è che la maggior parte di queste persone usano questa parola per pura moda.

Non sanno cosa significhi realmente.

E perché bisogna averne una.

Quindi… 

Che cos’è una vision o mission aziendale?

Lo spiegherò con un esempio, così da chiarire questo concetto una volta per tutte.

Supponiamo tu debba scegliere un medico per chiedere alcune informazioni.

Dopo un’attenta ricerca ne individui due.

Entri nel primo studio e vedi un Dottore che non fa altro che ostentare la sua competenza.

Per nomea sembra che sappia il fatto suo, ma a pelle, questo Dottore, proprio non ti convince.

Così continui la tua ricerca e ti imbatti in un altro studio.

Questa volta il Dottore sembra essere una persona molto umile e che ci tiene al suo lavoro.

Chiacchierando vieni a scoprire che lui fa questo lavoro per un motivo più ambizioso.

Brama dalla voglia di trovare una cura per la sua sorella malata così da poter curare lei e altre migliaia di persone sparse in tutto il mondo. Quale dei due ti convince di più?

Beh, sono sicuro che la tua scelta ricadrà sul dottore che ha una mission: trovare una cura per salvare la sorella, e altre migliaia di persone.

Ecco, questo vuol dire avere una mission e una vision aziendale.

Quando i tuoi clienti sapranno qual è la tua vision, accadrà una cosa del genere…

Andrai a scremare la tua clientela e con te rimarrà solo chi sposa la tua vision.

Ciò vuol dire creare un legame che è destinato a durare per molto, molto tempo.

E questo non può fare altro che creare quel incastro perfetto che ogni imprenditore del fitness brama: la fidelizzazione.

Ma aspetta, non finisce qui.

Quel cliente che ha sposato la tua vision aziendale, in parte lavorerà con te e per te. Come?

  • Portandoti altre persone;
  • Rinnovando i suoi servizi;
  • Comprando di più;
  • Lamentandosi di meno;
  • Acquistando tutto ciò che gli proponi;
  • Rimanendo fedeli nel tempo;
  • Lasciando testimonianze migliori;
  • E un’altra serie di vantaggi.

E mi fermo qui. Ma penso di aver reso l’idea.

Quindi, facendo un breve riepilogo…

A. Prima che un tuo cliente diventi un NON frequentante ti manda un chiaro segnale d’allarme.

B. Questo spesso si traduce in assenza “ingiustificata”. È giunto il momento di intervenire.

C. Entra subito in empatia e cerca di capire qual è il problema.

D. Dopodiché forniscigli la soluzione che lui sta cercando.

Ma c’è un modo più infallibile per evitare che si verifichi il fenomeno della NON frequentazione. Ovvero?

Attraverso la fidelizzazione del cliente!

Ora, se sai già come fare tutto questo, ti consiglio di spegnere il PC e metterti subito a lavoro.

Altrimenti, segui questi semplici passaggi:

  1. Ordina ora una copia della “Bibbia del Fitness in Italia”(+ 5 bonus del valore di €846) per soli 27€ (spedizione inclusa) così da farti una cultura generale su tutto ciò che funziona oggi nel mondo del fitness;
  1. Dopodiché prenota una consulenza strategica gratuita con un tutor di casa Richfit così da sistemare e ottimizzare il tuo centro fitness;
  1. E poi stacca un biglietto per l’evento più importante dedicato agli imprenditori del fitness, Richfit Live, che si terrà a Novembre 2021.

Una volta seguiti tutti e tre gli step, preparati a dire addio alla tua vecchia vita, e ai tuoi vecchi problemi legati al tuo business…

…e dare il benvenuto a un nuovo inizio. 

Prima che tu vada, un ultimo consiglio.

Ti prego, non fare come quelle persone che vogliono cambiare la loro situazione, e non fanno nulla a riguardo.

Gli strumenti per cambiare ora ce li hai a un solo click, agisci ora e preparati a dare il via a un nuovo futuro.

A presto,

Emanuele Pianelli 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *