Marketing

Lo strano caso dell’uomo che è riuscito a rimorchiare 70 barche a remi con 70 persone indossando manette e catene su braccia e gambe

Lo strano caso

In questo articolo Lo strano caso dell’uomo che è riuscito a rimorchiare 70 barche a remi con 70 persone indossando manette e catene su braccia e gambe

Foto Jack

Se questo titolo ti ha impressionato, beh sappi che questa è solo una delle tante imprese compiute da questo grande uomo, considerato il pioniere nel mondo del fitness.

Pensa solo che se oggi vedi tutte le palestre che ci sono in giro, la maggior parte dei meriti vanno a lui, in quanto ha aperto una delle prime palestre negli USA nel 1936.

E se oggi ci sono tutte quelle macchine che riempiono le palestre, sappi che anche qui i meriti cadono verso costui perché la maggior parte di queste le ha inventate lui.

Ma in tutto questo, quello per cui quest’uomo ha diritto a beccarsi i migliori elogi che possano esistere è per il fatto che negli oltre 70 di carriera, ha motivato milioni e milioni di persone ad allenarsi e prendere il controllo della loro salute.

Hai già capito di chi si tratta?

E soprattutto, cosa centra tutto questo con te?

Ti rispondo ad entrambe le domande: sto parlando del grande e unico Jack Lalanne; i suoi insegnamenti potranno cambiare per sempre le sorti del tuo club, e della tua vita in generale.

Continua a leggere per scoprire il perché…

Lo strano caso Jack

La storia di Jack Lalanne e i suoi incredibili insegnamenti

Ecco la storia di Jack Lalanne e i suoi incredibili insegnamenti

Quando è stato chiesto a Jack “come è possibile ferire il corpo umano?”

La sua risposta è stata “l’unico modo in cui puoi ferire il corpo è NON usarlo”

E non stava mica scherzando, eh!

Infatti…

Alla tenera età di 42 anni, ha stabilito il record mondiale di flessioni facendone oltre 1.000 in 23 minuti.

All’età di 45 anni, ha fatto 1.000 jumping jacks e 1.000 pullups in 1 ora e 22 minuti.

All’età di 60 anni suonati, ha nuotato da Alcatraz a Fisherman’s Wharf per la seconda volta. Questa volta non solo indossava le manette, ma rimorchiava anche una nave da 1.000 libbre.

Lalanne era in una forma così straordinaria che poteva fare flessioni da disteso con i polpastrelli delle dita.

E, come ciliegina sulla torta, per festeggiare i suoi 70 anni, Jack è riuscito a rimorchiare 70 barche a remi con 70 persone indossando manette e catene su braccia e gambe.

In una sola frase? Quest’uomo è un vero e proprio alieno.

Dubito che qualcun altro sia in grado di replicare i suoi stessi risultati.

Anche perché non penso tu abbia tanta voglia di farti incatenare mani e piedi, buttarti nell’oceano e trascinare una nave da 1.000 libbre con il rischio di annegare.

Per tua fortuna questo non è necessario per i nostri fini: ovvero trasformare le sorti del tuo club e trasformarlo in una macchina da combattimento come la forza trainante di Jack.

Ma quello che a noi interessa è riuscire a capire come ha fatto Lalanne a raggiungere questi obiettivi fuori dal comune fino in tarda età, e come adottare il suo modus operandi per raggiungere i nostri di obiettivi.

Quindi, da dove proviene questa forza inumana dell’unico e inimitabile Jack Lalanne?

La maggior parte dei meriti si riconducono alle sue abitudini quotidiane.

Il potere delle abitudine quotidiane

Lo so, lo abbiamo letto in molti libri. 

Ascoltato da molti formatori. 

Sentito in altrettanti podcast.

Ma quanti di noi hanno preso seriamente questo concetto?

Non so tu, ma Jack si rese conto fin da subito del potere che le azioni quotidiane potevano avere sulla sua vita.

Pensaci…

Se ti imponi un obiettivo e poi non fai nulla per raggiungerlo, equivale a non avere nessun obiettivo.

Da qui deriva il problema del brancolare nel buio senza mai trovare una via d’uscita.

Magari di tanto in tanto provi a fare determinate azioni, non vedi risultati nell’immediato e poi rinunci pensando che quelle azioni non servano a nulla.

Ma è proprio questa la potenza delle azioni quotidiane: i risultati non arrivano nell’immediato, ma ogni azione ripetuta nel tempo ti avvicina sempre più verso i tuoi obiettivi più ambiziosi.

E sottolineo la parola ambiziosi.

Sì perché più un obiettivo è di grandi dimensioni, più tempo ci vorrà per raggiungerlo.

E senza andare troppo lontano, abbiamo un esempio lampante con l’attività fisica.

Quando una persona vuole stravolgere la sua forma fisica e trasformarla in una vera e propria opera d’arte, dovrebbe sapere che questa trasformazione non avverrà dall’oggi al domani. 

Ci vuole tempo, impegno, disciplina e dedizione.

L’allenamento che ripete ogni giorno, lo aiuterà ad avvicinarsi al suo obiettivo.

E la cosa buffa è che questo potrebbe richiedere settimane, mesi, se non anni.

Ora, se quella persona avrà capito il potere delle abitudini quotidiane, e del potere di ripeterle anche quando i risultati non si toccano ancora con mano, allora è solo questione di tempo affinché quell’obiettivo venga raggiunto.

E se invece non comprende questo grande potere? 

Beh, non otterrà mai quell’obiettivo e inizierà a dire a chiunque si trovi davanti, e che magari nutre il suo stesso obiettivo, che tutto questo è inutile a meno che non inizi a prendersi steroidi mettendo a rischio la sua salute.

E da questo si capisce perché la maggior parte delle persone è alla costante ricerca di metodi rapidi e veloci per ottenere guadagni facili senza fare grandi fatiche.

La verità?

Non esiste nulla di tutto ciò. Senza un duro lavoro ripetuto per un certo periodo di tempo non è possibile ottenere risultati degni di nota.

Un esempio? Eccolo…

Jack Lalanne per arrivare a soddisfare ogni suo obiettivo, si è sottoposto a una specie di tortura giornaliera che più o meno comprendeva queste azioni:

  • Sollevare pesi e allenarsi per 90 minuti;
  • Nuotare o correre per 30 minuti (oltre all’allenamento di forza di cui sopra);
  • Mangiare 10 verdure crude;
  • Fare due pasti: una colazione tardiva e una cena anticipata;
  • Sveglia alle 4 del mattino…

…e tutto questo non lo ha fatto per un solo giorno. Nemmeno per qualche settimana. E neanche per qualche anno…no!

Tutte queste azioni le ha ripetute ogni singolo giorno per decenni e decenni.

Solo così è stato in grado di stabilire ogni possibile record quasi impossibile da replicare per noi comuni mortali.

Quindi, cosa possiamo imparare da tutto ciò?

Dobbiamo iniziare a capire quali sono le abitudini che dobbiamo svolgere ogni giorno per portare il nostro club a un altro livello…

…prendendo consapevolezza che questo non avverrà dall’oggi al domani, ma che con il giusto impegno e le giuste azioni ogni sforzo, presto o tardi, verrà ripagato!

Le giuste azioni giornaliere che ogni imprenditore del fitness dovrebbe compiere

Se sei un imprenditore del fitness, le uniche azioni su cui devi concentrare le tue energie ogni singolo giorno sono verso questi 4 versanti:

  1. Marketing 
  2. Vendita 
  3. Gestione 
  4. Management 
Pilastri sistema richfit

Sono le uniche quattro azioni in gradi di farti ottenere innumerevoli vantaggi, tra cui:

  • Più incassi 
  • Più tassi di fidelizzazione 
  • Più clienti 
  • Più tempo libero
  • E una svalangata di altri benefici che nessun altra azione sarà in grado di darti.

Lo so perché sono le stesse che applica spassionatamente ogni mio cliente che generare numeri impressionanti rispetto a chi a stento riesce ad arrivare a fine mese.

Come puoi implementare queste azioni all’interno del tuo club nel più breve tempo possibile?

Prenotando una consulenza strategica gratuita con un tutor di casa Richfit

Il quale si prenderà cura di te, ascoltando la tua storia, scovando cosa sta funzionando e cosa no, e alla fine di darà una soluzione fatta su misura per te.

La consulenza è del tutto gratuita e per questo motivo i posti sono estremamente limitati.

Per scoprire quali sono le giuste azioni che dovresti compiere ogni giorno per elevare il tuo club e portarlo al livello successivo ti consiglio di prenotare subito il tuo posto da qui.

Ti si aprirà un calendario, scegli la data e l’ora più comoda per te e il giorno dell’incontro, e poi lascia fare al nostro tutor. Perché sa quello che fa. 

Bene, siamo giunti alla fine di questo nostro viaggio (anche se è solo l’inizio).

Ti ringrazio per la tua attenzione,

E ci vediamo dall’altra parte, per dar vita a un nuovo inizio. Un inizio migliore.

Crea il Tuo Miglior Futuro 

Emanuele Pianelli

Consulenza strategica
Accedi alla consulenza strategica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *