Marketing

FINALMENTE RIVELATO IL METODO ANTICRISI PER IL FITNESS

Emanuele Pianelli

Scopri perché saper fare marketing SALVERÀ il tuo club dal FALLIMENTO

Sai cosa salverà il tuo club dal Fallimento?

Chiaramente non basterà una singola azione, ma desidero porre l’attenzione sul singolo elemento che può salvare il tuo club dalla “Falsa” crisi del settore, un vero e proprio Metodo anticrisi per il Fitness.

Il Marketing, si questo elemento oggi può fare tutta la differenza del mondo

Il tuo obiettivo OGGI è far in modo che il marketing sia la tua attività PRINCIPALE e a breve, ma solo se proseguirai nella lettura, sarò lieto di spiegartene il motivo. In più, potrai capire anche perché il marketing in Italia è sempre stato SOTTOVALUTATO sin da quando il fitness ha cominciato ad aprirsi la strada nel nostro paese.

Ormai credo tu abbia compreso che ESSERE CAPACI e PROFESSIONALI non è più sufficiente: essere un bravo tecnico è molto IMPORTANTE, ma non è in realtà ABBASTANZA perché tu ottenga il massimo del successo per la tua palestra.

Per questo il mio OBIETTIVO è farti capire davvero in che modo il MARKETING può darti una mano a ottenere il massimo SUCCESSO per il tuo centro, ed ecco come puoi raggiungerlo.

3 ELEMENTI CHE HANNO RESO INUTILE IL MARKETING NEL FITNESS

3 ELEMENTI CHE HANNO RESO INUTILE IL MARKETING NEL FITNESS

In passato il marketing non era per nulla fondamentale per campare, si andava avanti comunque grazie a 3 elementi che oggi non sono più disponibili (o quasi). 

3 Elementi che sono diventati dei MITI che hanno portato a ragionamenti totalmente improduttivi, fino a diventare dei DEMONI. Creature malefiche hanno tenuto bloccato l’intero settore:

  1. Mercato vergine;
  2. Barriere d’ingresso alte;
  3. Associazionismo.

Se i tuoi obiettivi sono: acquisire sempre nuovi clienti, conservare e raddoppiare i guadagni dai tuoi già clienti devi capire che OGGI è indispensabile lavorare sul tuo marketing.

È un segreto che davvero NON ha nulla di tipicamente segreto, ma serve sul serio per MOLTIPLICARE il denaro che farai entrare nella tua attività. Devi solo cominciare ad applicare alcuni principi (molto importanti).

È questa la differenza: sapere le cose SOLO in teoria, NON saperle oppure conoscerle e applicare al 100%.

Se fino a oggi NON hai mai considerato IMPORTANTE il marketing, voglio darti un consiglio davvero spassionato: inizia a cambiare mentalità e atteggiamento nei confronti di questa meravigliosa fonte di denaro per il tuo club.

Ma analizziamo nel dettaglio i TRE ELEMENTI che hanno, in passato, fatto pensare a tutti i titolari di palestre che il marketing fosse inutile nel nostro settore.

1.IL (FALSO) MERCATO VERGINE

Per chi ha iniziato a lavorare nel mondo del fitness quaranta, trenta o venni anni  fa, la questione del “mercato vergine” non era un mito (a cui oggi tutti siamo affezionati), ma una realtà constatabile: chi si affacciava al fitness quarant’anni fa era davvero un PIONIERE, uno dei primi a farlo. 

Sai perché?

Non c’era concorrenza!

Chiunque poteva aprire una palestra e usarla come attività part time (molti club sono nati da insegnati di educazione fisica): tenerla aperta solo il pomeriggio gli concedeva la possibilità di continuare a lavorare a scuola di mattina, e comunque era in grado di ottenere guadagni e risultati STRABILIANTI senza il bisogno di ricorrere a strategie di marketing o di gestione d’impresa.

Per molto tempo il settore ha preferito, scelto e seguito questa strada, o almeno ci ha provato, fino a quando sono arrivate anche in Italia le grandi catene del fitness in franchising.

A) IL Fitness in franchising: cosa è successo con l’avvento delle catene?

Le prime strutture franchisizzate ad affacciarsi in Italia hanno scelto come terreno fertile le grandi città; in seguito hanno cominciato a espandersi anche nei centri cittadini più piccoli, ma ancora fino a quindici anni fa gli investimenti in questa tipologia di attività erano pochi.

Fino a qualche anno fa la DOMANDA GRATUITA (iscritti spontanei) SUPERAVA ancora molto l’OFFERTA (disponibilità di mercato del servizio).

Oggi il panorama è cambiato decisamente: l’offerta ha raggiunto una misura SPROPOSITATA, crescendo sempre di più, perché i tuoi concorrenti NON sono più SOLO palestre locali, ma anche TUTTE le attività implicate e coinvolte nel settore del WELLNESS più in generale.

B) Un nuovo concorrente per il tuo club

Il settore del BENESSERE è in continua crescita ed espansione: si sta diffondendo nel mercato molto rapidamente e cresce sempre di più per affluenza e clientela.

Qualsiasi settore legato a questo concetto di BENESSERE è in crescita… tutti, meno le PALESTRE.

Voglio darti un numero reale per farti capire davvero la PORTATA di questa diffusione: il settore beauty ha sfiorato circa 10 miliardi di euro con il suo giro d’affari. Così mi sono chiesto:

  • Perché per le altre professioni questo incremento sta portando molteplici frutti e per le palestre non sta funzionando?
  • Perché le persone preferiscono spendere e investire i loro soldi con soluzioni ALTERNATIVE all’allenamento in palestra per rincorrere il benessere?

Ci ho pensato parecchio e ho studiato la questione in maniera approfondita, così sono giunto a una conclusione: sicuramente è importante il concetto di FATICA.

In palestra secondo la logica diffusa dalla tradizione si fatica ed è davvero una fatica andare in palestra e questo puoi verificarlo da solo, quanti clienti hanno comprato un abbonamento che poi non hanno utilizzato o che hanno sfruttato solo in minima parte?

Molte, in Italia si stima che oltre il 50% degli abbonati non sfrutti oltre la metà del proprio abbonamento.

Oggi invece ci sono delle alternative meno impegnative: ti basta scaricare un’app sullo smartphone, pagare il tuo abbonamento tramite carta di credito, ottenendo un servizio veloce, comodo e meno faticoso.

Queste alternative hanno spopolato grazie ai social media e agli influencer, ma allo stesso tempo, hanno messo in luce un grande problema delle palestre oggi: 

il fitness deve avere come obiettivo primario la soluzione di un problema specifico e il percorso per raggiungere questa soluzione deve essere cucito su misura di chi ti chiede aiuto.

Ed è a questo che devi puntare: creare un sistema che ti permetta di strutturare dei percorsi personalizzati, in base al problema di ogni tuoi iscritto, che lo aiuti a risolverlo e a comprendere il VALORE dell’allenamento in palestra rispetto a quello fai-da-te.

Ora tuttavia, voglio mostrarti il secondo punto per cui il marketing è sempre stato ritenuto uno strumento superfluo per raggiungere il successo economico…

2.DIFFICOLTÀ DI ACCESSO

In passato era davvero complesso entrare nel mondo del fitness: chi lo faceva stava davvero compiendo una missione visionaria, una vera scommessa perché gestire un’attività di questo tipo non era considerato importante come lo è oggi.

Trent’anni fa occuparsi di fitness NON era ritenuto neppure un VERO lavoro (pensa al professore di cui ti ho parlato prima, che aveva la sua attività aperta solo nel pomeriggio). 

Il pensiero più comune relativo al mondo del lavoro era che un VERO lavoratore dovesse avere “le mani in pasta”: compiere azioni materiali, vendere oggetti in maniera diretta.

Fare il titolare di palestra significava mettere in un locale delle macchine e GUARDARE per tutto il tempo delle persone che si allenano, che fanno “ginnastica” o che si muovono a ritmo di musica. 

Oggi voglio che ti concentri su quanto la concorrenza del passato fosse inferiore rispetto a quella che devi affrontare tu oggi!

A) Il confronto: ieri vs oggi

Oggi TUTTI possono aprire un centro fitness o di personal training: bastano poche decine di migliaia di euro. La stessa cifra che pagheresti decidendo di aprire:

  • Un’agenzia viaggi;
  • Un’agenzia immobiliare;
  • Un negozio di sigarette elettroniche.

(indovina che fine hanno fatto?).

Quindi l’accessibilità a questo tipo di attività risulta nettamente SUPERIORE (rispetto a vent’anni fa): oggi aprire una palestra NON è un’impresa IMPOSSIBILE, anzi, forse è troppo FACILE!

Ricorda: potresti aver speso un mare di soldi per il tuo centro fitness, ma sappi che NON conta assolutamente NULLA.

Qualsiasi tuo concorrente, anche quello che ha aperto con un terzo dei tuoi investimenti e chiedendo il finanziamento in banca, sarà in grado di TOGLIERTI dei clienti.

B) L’errore più comune? Accodarsi al più scarso (forse) dei concorrenti

Se guardi a questa situazione dal punto di vista imprenditoriale ti rendi conto che se non sei abbastanza intraprendente o CORAGGIOSO rischi di accodarti al tuo concorrente più scarso.

Cosa significa accodarsi al concorrente più scarso?

Immagina questo: la palestra che ha aperto accanto alla tua ha abbassato i prezzi perché è in difficoltà economiche e ha bisogno di far entrare gente per rientrare nelle spese.

Tu che fai?

Abbassi i tuoi prezzi per non perdere i tuoi clienti e non lasciarli alla concorrenza.

Ecco L’ERRORE: tutte le palestre abbassano i prezzi degli abbonamenti e delle singole lezioni. Si innesca una reazione a catena che porta TUTTO il mondo del fitness a subire un CROLLO VERTIGINOSO dei prezzi.

C) Qualche numero per farti riflettere…

Oggi a causa di questo cambiamento rispetto al passato il prezzo di tutte le attività legate al fitness è drasticamente sceso, al contrario le attività che non costano fatica e promettono risultati (il settore wellness) ha subito un aumento di prezzi e richiesta.

La facilità di accesso porta un aumento della concorrenza, ma anche la nascita di metodi alternativi all’allenamento (che possono o meno portare risultati concreti).

Una concorrenza al ribasso ti porta a pensare che l’unica soluzione per salvare la tua palestra è abbassare i tuoi prezzi, ma questo significa far sottoscrivere ai tuoi abbonati un contratto SENZA NESSUN VALORE.

Un prezzo troppo basso NON ti aiuterà a salvare il tuo centro: farai sempre più fatica a sostenere le spese e finirai per chiudere.

Questo è il motivo per cui devi comprendere quanto sia importante il marketing: in un mondo senza concorrenza, è normale che non ti serva fare marketing. Ci sei solo tu e la domanda è superiore all’offerta.

Oggi, però non puoi dire la stessa cosa: la domanda è alta, ma l’offerta è decisamente superiore.

Ecco perché voglio che tu comprenda l’importanza della strategia di MARKETING: se mi permetterai di spiegartelo, potrò aiutarti a capire COME 

  • MOLTIPLICARE i tuoi soldi;
  • Migliorare il rapporto con i tuoi iscritti;
  • AUMENTARE e trattenere i tuoi abbonati.

Ed ecco il terzo e ultimo punto che in passato ha fatto ritenere il marketing una spesa inutile per le palestre.

3.ASSENZA DI TASSE: Il vantaggio (?) dell’associazionismo

In passato c’era (e c’è ancora, ma chi lo sa per quanto tempo) la possibilità di non pagare tasse grazie all’associazionismo. Un centro fitness non nasceva come una società d’impresa, bensì come un’associazione, questo vuol dire non dover sborsare un centesimo nei confronti dello stato.

Tuttavia, i tempi stanno cambiando e presto o tardi il settore dovrà adeguarsi. Ora pensaci: se già in questo momento sei in difficoltà e pareggi appena le spese, come potrai affrontare anche il pagamento delle tasse?

Se NON inizi a fare marketing nel modo adeguato entro DIECI anni ti ritroverai a essere fuori dal mercato del fitness.

Devi cominciare seriamente a ragionare seguendo una nuova logica che NON deve più essere quella del PASSATO, ma quella FUTURA.

NON è mia intenzione fare TERRORISMO gratuito, ma è giusto che tu sappia che QUESTO è lo scenario che si prospetta per il futuro della tua attività.

A) In che direzione sta andando il mercato? un indizio utile per creare la tua strategia

Se comprendi la strada che sta prendendo il mercato del benessere, puoi essere ancora in tempo per decidere di intraprendere delle azioni utili a SALVAGUARDARE la tua azienda.

Lavorare alla giornata?

Oggi NON ti è più concesso!

Devi cominciare a pensare: “Cosa potrebbe accadere alla mia palestra tra cinque o dieci anni?

Nessuno è al sicuro oggi: se lo Stato è in difficoltà tu, che possiedi un’associazione o una società sportiva, non potrai più fare AFFIDAMENTO sugli sgravi fiscali che ti concede e devi iniziare a valutare la possibilità che un giorno anche tu sarai obbligato a PAGARE LE TASSE.

SEGUI LA GIUSTA DIREZIONE

Adesso è di vitale importanza che tu impari a lavorare nel giusto modo: solo agendo bene potrai crescere e avere a disposizione soldi sufficienti per quando il passaggio da associazione non tassata ad associazione tassata si verificherà.

Se NON rientrerai nella categoria degli SPROVVEDUTI (e io cercherò di non far accadere questo nella maniera più assoluta), sarai tra i SOPRAVVISSUTI, ma potrai trasformarti anche nel PADRONE di tutto il mercato.

Quindi ora BASTA con le logiche legate alla speranza e alla fortuna, crea tu stesso il miglior futuro per il tuo club.

Inizia a pensare a COME puoi crescere ulteriormente.

Se vuoi continuare a far finta di nulla puoi farlo, ma sappi che il RISCHIO è tutto tuo. Se invece hai compreso la gravità della situazione, io ti consiglio davvero di cominciare a ragionare come se la tua palestra fosse già OGGI una s.r.l. commerciale.

Scopri i 10 errori fatali che portano le palestre al Fallimento da qui==> https://palestredimmerda.com/

Crea il tuo Miglior Futuro

Emanuele Pianelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *