Il Blog di Casa Richfit

Fitness e Natale: scopri cos’è e come contrastare l’effetto fisarmonica attraverso il sistema TSM

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Perché un articolo che tratta l’argomento Fitness e Natale?

Semplice…

Per comprendere come ogni imprenditore del fitness può contrastare l’effetto fisarmonica

Ovvero la correlazione che c’è tra quei periodi in cui la domanda spontanea è alle stelle, e quelli in cui non si vede anima viva, proprio come le feste natalizie e altri periodi conosciuti meglio come bassa stagione.

Tradotto in parole semplici: alla fine di questo articolo saprai esattamente come creare traffico di persone all’interno del tuo club anche se c’è di mezzo la famosa stagionalità.

Perché la triste realtà è questa…

Da un lato, quando si avvicinano le feste di Natale, succede qualcosa di molto fastidioso: le persone in palestra diminuiscono sempre di più.

La frequenza cala e ogni giorno che passa perdiamo un numero crescente di iscritti.

Dall’altro lato, proprio in questo periodo si verificano anche molti casi di abbandono, ovvero di quelle persone che smettono di frequentare in vista delle feste natalizie, e poi non riprendono più nemmeno quando le feste sono terminate.

Ma non pensare che sia finita qui! 

Perché, come ciliegina sulla torta, da metà Novembre in poi (tra abbandoni e la poca frequenza) la cassa di ogni centro fitness ne risente, e di certo non di poco.

Ora sicuramente starai pensando:

“Ma com’è possibile che il periodo più atteso dal resto delle aziende, deve essere così angosciante per noi che marchiamo il settore del fitness?”

E al posto tuo avrei fatto la stessa domanda.

Ma fortunatamente, dopo la lettura di questo articolo, non dovrai più porti questa domanda. 

Perché ti darò chiavi in mano un modo per sbloccare una serie di strategie in modo da abbattere il falso problema dell’effetto fisarmonica.

Nello specifico vedremo…

4 approcci da evitare in maniera assoluta + 1 da adottare per superare a testa alta il periodo delle festività

Quindi, poche chiacchiere e cominciamo subito dal primo:

Approccio da evitare n°1: subire ciò che accade 

Cioè, accettare la stagionalità. O il fatto che deve andare per forza così.

Ed è inutile dirtelo… 

chi adotta questo approccio non farà nulla per risolvere il problema.

E si limiterà a stare fermo e aspettare che quel periodo finisca in fretta.

Insomma, ci siamo capiti…

Qui ci sono tutti gli imprenditori del fitness che aspettano un miracolo.

Ma io e te sappiamo perfettamente che quel miracolo non avverrà mai da solo, se non siamo noi a muovere i primi passi.

E come puoi ben intuire, questo approccio è ben lungi da una strategia vincente messa a punto, ben studiata e organizzata nei minimi dettagli.

Ma andiamo avanti e vediamo…

Approccio da evitare n°2: alla ricerca del risparmio senza senso

Qui l’imprenditore sa che avrà un periodo difficile, con una diminuzione drastica dei guadagni e del fatturato in generale, e quindi – oltre a subire gli eventi – cerca in tutti i modi di salvaguardare la cassa.

Ma in questo caso c’è un piccolo problema.

Perché spesso e volentieri questa “salvaguardia” si trasforma in un disservizio.

Ad esempio… 

un imprenditore del fitness si accorge che alcune lezioni dei suoi corsi sono seguite di meno e quindi decide di eliminare qualche ora a settimana.

Oppure c’è chi accorcia gli orari di apertura…

Poi c’è anche chi sa che qualche attrezzo della sua palestra è rotto, e rimanda la manutenzione all’anno nuovo perché “tanto ora non ci viene nessuno, chi vuoi che se ne accorga?”

Ed infine ci sono loro, quelli che spengono le luci delle sale ogni volta che possono, cosicché la bolletta dell’elettricità costi meno.

Ma quello che voglio chiedere a questi imprenditori è: sono consapevoli dei danni che stanno creando agendo in questo modo?

Perché se da una parte la frequenza comincia a scemare, e dall’altra parte l’imprenditore accompagna questa non frequenza (creando un disservizio e facendo percepire al cliente che sei lì per lì per chiudere in vista delle feste natalizie)… 

…è ovvio che la persona che assisterà a una tale scena, si metterà lo zaino in spalla, e andrà via senza avvisarti nemmeno.

Perché lui si trova già nella posizione di scegliere, se continuare ad allenarsi o meno.

Se poi ti ci metti anche tu a dargli agio, stai sicuro che sceglierà l’abbandono senza pensarci due volte.

Insomma, un autogol che si può (e si deve) evitare senza ombra di dubbio.

Approccio da evitare n°3: fare promo a sconto

Non smetterò mai di dirlo: fare promo a sconto è un vero e proprio suicidio per le tasche di qualsiasi centro fitness.

E se per caso ancora non ne consoci il motivo, ora te lo dico.

Il problema qui non è tanto dello sconto in sé per sé.

Ma è: la mancanza di margini.

Perché se pur di attirare persone (e iscriverle) decidi di fare quelle robette lì a “67€ 3 mesi”, “19,90€ un mese”,  e così via… mi spieghi esattamente dove sta il tuo guadagno?

Questo io lo chiamo: “lavoro gratis, ma con passione.”

Ma bada bene: non sto dicendo che fare sconti sia sbagliato, anzi! 

Lo sconto se inserito in una strategia ben strutturata – e che quindi ti permette di metterti dei bei soldini in tasca – allora al diavolo, certo che va bene usare gli sconti.

Facciamo un esempio nel concreto.

Se tu immettessi e mercato un pacchetto con uno sconto del 70%, che chiameremo Christmas Week, grazie al quale la persona in questione potrà acquistarlo e ottenere una porzione del tuo servizio con 3 ingressi inclusi, in questo caso ci troveremmo davanti ad una condizione diversa.

Abbiamo creato un’esca (non ancora completa) per attirare nuovi potenziali clienti.

Inoltre, considerando che il periodo “di prova” normalmente viene proposto gratuitamente, tu, a differenza loro anche se hai applicato uno sconto, stai pure marginando qualcosa sopra.

Ma la parte più bella deve ancora arrivare.

Perché – se già padroneggi i 4 pilastri del Sistema Richfit– sai già che con questa semplice mossa, ti stai creando la possibilità di portare in sviluppo quel cliente e marginare su di lui nei giorni, mesi e anni a venire.

Questo sì che è fare business signori miei.

E non dimenticare che si tratta solo di un banale esempio.

Di cosucce carine che puoi fare ce ne sono. Eccome se ce ne sono.

Basta ragionarci un po’ su e all’improvviso le idee cascano dal cielo come la pioggia.

Se poi vuoi fare proprio il salto di livello e padroneggiare ogni aspetto di un centro fitness di successo (ovvero marketing, vendita, gestione e management), allora ti consiglio di acquistare ora una copia del nostro nuovo libro “Sistema Richfit – Il manuale essenziale per costruire un business solido e scalabile nel Fitness grazie ai 4 pilastri del Metodo Richfit.”

Quindi, in estrema sintesi, prima di buttare a mercato uno sconto, chiediti prima dov’è il tuo guadagno.

Andiamo avanti e vediamo…

Approccio da evitare n°4: cercare di attrarre nuovi potenziali clienti

Gli imprenditori che appartengono a questo tipo di approccio si comportano come se l’assenza di cliente fosse il male di tutti i loro problemi.

Sì, come no…

Per smorzare questa falsa credenza ormai noi di Richfit sono più di 5 anni che battiamo su questo concetto: “prima i tuoi clienti!” 

Perché? Semplice…

Perché loro sono già lì, nel tuo club.

E quei clienti che tu hai già sono gli unici che ti possono aiutare a superare i momenti difficili e i periodi di bassa stagione! Come?

Come ti ho accennato prima, portandoli in sviluppo.

Ma aspetta, non è finita qui.

Voglio che questo concetto tu lo impari come si deve, e non smetti di commettere l’errore che in molti là fuori stanno commettendo.

Se tu pensi che acquisire clienti proprio nel periodo di Natale sia una strategia vincente, ti fermo subito… perché non è affatto così. Sai perché?

Perché, oltre a richiederti molti soldi per coinvolgere un completo sconosciuto nel tuo club, rischieresti anche di non rientrare nei tempi…

In quanto la strada da percorrere per coinvolgere quella nuova persona e portarla a fidarsi di te, potrebbe essere molto lunga.

E tu, tutto quel tempo, da dove lo vai a prendere?

Quindi, nel periodo di Natale e nelle festività in generale, optare per “attrarre nuovi clienti” potrebbe costarti una fortuna. E non mi sembra proprio il caso.

A questo punto conviene conservare quei soldi per delle azioni più nobili, e che ti portino molti più risultati. (Più giù ti dò qualche indicazione pratica)

Piuttosto sarebbe molto più opportuno investire risorse per evitare l’abbandono. 

E fidati, non esiste periodo migliore per lavorare su questo versante.

Perché la distanza che c’è tra un attuale frequentatore e un abbandono, è molto molto breve, se non ci metti la giusta attenzione.

E se trascuri il tasso di abbandono, in realtà stai trascurando uno degli asset più importanti per la tua azienda, solo perché non gli stai dando la giusta attenzione.

Ma…

Ora che sai che a Dicembre si verificano i maggiori casi di abbandono, non devi demoralizzarti, anzi. Devi prendere consapevolezza sul fatto che devi concentrare i tuoi sforzi proprio lì.

Quindi, questi erano i 4 approcci che ti consiglio di evitare a tutti i costi.

Se fino ad oggi ne hai adottato uno dei 4, ora sai perché stavi commettendo un grave errore.

Ma allora, qual è l’approccio giusto da avere quando si presentano le feste natalizie, e la bassa stagione in generale?

Eccolo…

Approccio da adottare: utilizza il sistema TSM 

Che sarebbe l’acronimo di…

Trattengo;

Sviluppo;

Moltiplico.

Andiamo in ordine e vediamo…

Come puoi trattenere i tuoi clienti?

Dandogli modo di frequentare senza ostacoli il tuo club. Quindi, hai presente di quei soldi che ti ho chiesto di conservare per azioni più nobili? Ecco…

Mi riferivo proprio a questo. 

Se anziché destinare parte del tuo budget in nuovi clienti, lo utilizzi per trattenere quelli che hai già, beh, avrai fatto Bingo e avrai abbattuto uno degli ostacoli maggiori di ogni centro fitness, ovvero l’abbandono.

Quindi puoi usare quei soldi per…

  • Creare delle nuove attività per i tuoi già clienti;
  • Dare enfasi ai servizi che loro hanno già scelto;
  • Aumentare l’interazione con i membri del tuo team;
  • Coinvolgere sempre più i tuoi clienti tramite azioni specifiche: banalmente puoi fargli capire l’importanza del loro abbonamento.

E tutto questo ovviamente ti dà la possibilità di interagire direttamente con i tuoi clienti.

E tu puoi sfruttare questo momento per inserire nel tuo club un tutor che si prende cura di loro. Proprio come facciamo noi in casa Richfit. Puoi vedere tu stesso cliccando qui!

Oppure puoi dar vita alla figura dell’assistente tecnico che ha il compito di coinvolgere attivamente i tuoi iscritti, così da aumentare il valore percepito del servizio da loro scelto, e come conseguenza naturale, aumentare la possibilità di frequenza.

Insomma, le azioni per trattenere i tuoi clienti sono davvero infinite. Scegli quella più adatta a te e mettila in moto.

Poi bisogna portare in sviluppo quei clienti. 

Come si fa? Seguimi…

Dati alla mano, nel periodo di Natale le persone tendono a spendere molto di più rispetto ai precedenti 11 mesi dell’anno.

Quindi, che ne dici di metterti anche tu in fila, per prenderti un po’ dei loro soldi?

Lo puoi fare in molteplici modi.

E tra i molti, ecco ciò che ti consiglio:

  • Puoi prolungare o rinnovare il loro abbonamento, oppure puoi creare la condizione per aggiungerne uno nuovo;
  • Puoi farli passare al livello successivo proponendogli un’offerta irresistibile, o la versione più completa del tuo abbonamento;
  • Oppure puoi vendergli dei servizi ad alto margine per raggiungere in un tempo più breve i loro obiettivi (di perdere peso, mettere massa e così via);

Quindi, qui hai l’opportunità di generare un flusso costante di denaro nella tua cassa, proprio quando tutti gli altri aspettano in un miracolo.

Ma non solo…

Perché una volta che sei riuscito a trattenere i tuoi già clienti e mandarli in sviluppo, non ti resta che moltiplicare quei clienti attraverso i referral.

Azioni che in realtà dovrebbero essere fatte ogni singolo giorno dell’anno, ma che puoi ben sfruttare proprio in questo periodo.

Dimmi cosa stai pensando, e ti dirò chi sei

Bene. 

Questo corposo articolo è giunto al termine.

Di cose ne abbiamo viste oggi. 

Siamo partiti dai 4 approcci da evitare per superare il natale, e abbiamo finito qual è l’unico approccio che ti consiglio di adottare.

Ma so che il pensiero comune tra gli imprenditori del fitness che hanno sempre lavorato secondo tradizione, potrebbe essere: “bene, ho capito cosa devo fare, ma non so proprio da dove cominciare! Quasi quasi adotto il primo approccio!”

Alt! Un pensiero del genere prima lo distruggi, meglio sarà per te.

Al contrario, invece di pensare al problema, concentriamoci sulla soluzione.

E scopriamo insieme il metodo Richfit per sconfiggere la stagionalità e superare alla grande il periodo delle festività: “Ogni Maledetto Natale!”

Si tratta di una Masterclass che puoi ottenere tra pochissimi istanti a un prezzo che sfiora il ridicolo.

Oltre a questa, solo per le prime 100 persone, troverai un super regalo del valore di oltre 120€, gratis per te!

Quindi, se brami dalla voglia di abbattere i periodi morti delle festività (e la stagionalità in generale) allora questa è la pagina che fa per te!

Complimenti per aver letto fin qui,

Noi ci vediamo alla prossima!!

Emanuele Pianelli 

Chi sono

Esperto di Marketing strategico per centri fitness e co-fondatore del Sistema Richfit. Non è per nulla simpatico, pignolo come pochi e il suo accento lo rende riconoscibile ad orecchio.

Altri articoli in Evidenza

SBARAZZATI DI CHI TI RUBA I CLIENTI IN PALESTRA

Prima di tutto hai la necessità assoluta di capire che fare marketing non significa fare operazioni one shot (volantini ogni tanto, sponsorizzate su Facebook). Fare marketing però NON significa nemmeno compiere delle azioni al BISOGNO facendo passare uno spot in radio o un video virale quando hai necessità di fare cassa e cerchi malamente di racimolare qualcosa dal mercato.

Leggi Tutto »

Seguici

La Community n1 in Italia per tutti gli Imprenditori del Fitness