Marketing

Abbonamenti e recuperi per centri fitness: 3 strategie pratiche pronte all’uso per trasformare questo falso problema in una grande opportunità

Fitness Marketing

Nell’articolo scorso abbiamo affrontato il tema degli abbonamenti e dei recuperi e di come in realtà questo falso problema può diventare la tua arma vincente per distinguerti e spazzare via la tua concorrenza.

Abbiamo visto l’importanza di andare contro corrente per ottenere più fiducia dai tuoi clienti, più passaparola e più iscritti, mentre tutti gli altri sono troppo occupati a capire come fermare l’orologio e spostare le lancette indietro cercando di recuperare il terreno perso.

Abbiamo visto come puoi mostrare vicinanza ai tuoi iscritti anche se la tua palestra è chiusa e come questa può trasformarsi in una fonte preziosa di nuove opportunità di guadagno, così come abbiamo già visto durante Clubber On Demand

…la sfida gratuita targata Riichfit che ti mostra come continuare a vendere i tuoi servizi fitness anche a palestre chiuse.

E infine abbiamo visto qual è il motivo principale per cui la maggior parte degli iscritti abbandona le palestre e come evitare che questo possa accadere nel prossimo futuro.

Quindi, da questo si evince che far recuperare gli abbonamenti ai nostri iscritti, e agli iscritti dei nostri competitor, in realtà può diventare una enorme opportunità per chi deciderà di farlo.

Ma qual è il modo migliore per affrontare il recupero ottenendo il massimo beneficio per il tuo club senza rischiare di perdere “pezzi” durante il tragitto?

Ecco a te 3 strategie pratiche pronte all’uso

Strategia 1: Lavora sul valore economico di ogni singolo cliente

Come ti ho già accennato, allungare l’abbonamento ai tuoi iscritti ti permette di continuare a lavorare sul tuo cliente.

Questo nel concetto di voler mandare in sviluppo il tuo cliente e creare un rapporto solido, indelebile e duraturo.

Questa strategia, da sola, ti permetterà di coltivare e innaffiare una nuova fonte di guadagno a lungo termine, perché questo semplice gesto darà importanza al tuo cliente, e quando un cliente si sente ascoltato, coccolato e si accorge di essere in buone mani, allora difficilmente cercherà altre soluzioni all’infuori di te.

Considera questo…

Ogni anni, in media, una palestra è costretta a fare i conti con questa dura realtà: il 60% degli iscritti non rinnova mai il suo abbonamento. 

Perché succede?

Beh, i motivi possono essere i più vari, ma il primo tra tutti è quello di avvertire la sensazione di non trovarsi nel posto giusto al momento giusto.

E da qui deriva l’origine di questa prima strategia. Se la applichi ti accorgerai di avere tra le tue mani un nuovo potere sconosciuto ai più. Sai perché?

Perché allungare la vita di un cliente, per te vuol dire guadagnare di più!

Strategia 2: Trasforma i tuoi clienti nei primi venditori del tuo club

Pensaci…

Più prolunghi un abbonamento, più aumenti la possibilità di generare nuovi referral.

Più tempo fai trascorrere un cliente all’interno del tuo club, più hai la possibilità di sviluppare nuove opportunità.

E quando dico nuove opportunità intendo questo…

Supponiamo che uno dei tuoi clienti ha da recuperare 7 mesi persi a causa della pandemia. 

A questo punto hai due scelte per continuare a tenerti stretto quel cliente:

  1. Gli fai recuperare l’abbonamento e solo dopo punti al rinnovo (strategia che già ti differenzia dal 90% dei club là fuori);
  2. Gli chiedi se è disposto a passare quei mesi di recupero a un suo amico così da incentivarlo ad allenarsi.

Metti il caso che su 10 persone a cui lo proponi, 3 ti rispondono di sì. Complimenti! Hai appena creato 3 nuove opportunità e avrai 3 nuovi clienti da mandare in sviluppo. 

E tutto questo… a costo zero! Sai perché? 

Perché per acquisire un cliente avresti dovuto comunque investire dei soldini, quindi così facendo, risparmi denaro e ottieni nuovi potenziali clienti da mandare in sviluppo.

Mi segui? Penso che anche tu ti stia rendendo conto della potenza di queste semplici strategie. 

Ma aspetta, non è finita qui!

Strategia 3: Trasforma il recupero in credito 

Puoi anche pensare di far utilizzare quel recupero per il prossimo rinnovo, ad esempio.

Oppure puoi utilizzare quel credito per vendergli servizi fitness ad alto margine, ad alto valore, anche se, in realtà, avresti dovuto usarlo molto tempo prima questa strategia.

Se ci segui da un po’ sai benissimo che molti dei miei studenti lo hanno fatto. Hanno utilizzato quel credito per estinguere quanto più possibile quel debito.

Tra questi, abbiamo:

Loro hanno sviluppato una serie di servizi alto margine e li hanno sfruttati per far recuperare ai loro clienti quello che avevano già pagato, ottenendo anche un buon profitto e così facendo, hanno spianato la strada verso la riapertura, esenti da debiti.

Ce l’hanno fatta grazie al loro grande impegno e grazie anche a delle consulenze strategiche gratuite fatte con i nostri tutori.

Senza considerare il fatto che hanno partecipato e applicato alla lettera i concetti racchiusi in:

  • Clubber On Demand, la sfida targata “RICHFIT” che ha permesso di creare Business resilienti, durevoli e profittevoli – a prova di tempi incerti come quelli che stiamo vivendo – in soli 5 giorni;
  • Operazione Allena Italia, il sistema controverso per riprenderci quello che è nostro, e smettere di osservare i big mentre ci rubano la scena
  • E Re-Start per capire qual è la mossa giusta da fare per prosperare nei periodi bui come quelli che stiamo vivendo!

Quindi, come hai potuto vedere con i tuoi stessi occhi, se esci dagli schemi del “si è sempre fatto così” e cerchi di adattare il tuo modo di lavorare ai tempi che corrono, non puoi che ottenere un vantaggio sleale sui tuoi competitor e spianare la strada verso un futuro più roseo.

Nella speranza che questo articolo ti sia stato d’aiuto,

Appuntamento alla prossima!

Emanuele e Paolo

P.S.

Se ti va, fammi sapere la tua nei commenti.

E se vuoi qualche consiglio in più per affrontare la riapertura nel migliore dei modi e scoprire le reali opportunità che ti aspettano, approfitta ora della consulenza strategia gratuita con un tutor di casa Richfit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *